Multe: niente più obbligo di comunicare il guidatore

Multe: niente più obbligo di comunicare il guidatore

C'è un'importante novità nell'ambito delle multe per infrazioni del Codice della Strada: l'ordinanza 9555/2018 della Corte di Cassazione ha stabilito che il proprietario di un'auto raggiunto da una sanzione a domicilio, non è più obbligato a comunicare chi stesse guidando il mezzo al momento della violazione.

È un caso molto comune soprattutto nelle famiglie in cui più persone condividono la medesima vettura: quando viene commessa un'infrazione che non è possibile contestare all'istante, come l'eccesso di velocità rilevato tramite autovelox, la multa arriva a casa del proprietario del veicolo (individuato mediante la targa) con l'invito a comunicare i dati dell'effettivo conducente, anche se si tratta dello stesso proprietario, pena una seconda salatissima sanzione da 282 a 1.142 euro.

Ora però la Cassazione ha cambiato parzialmente le carte in tavola, esonerando il proprietario dell'auto dalla responsabilità di notificare il nome del conducente, riconoscendogli l'impossibilità di stabilire con certezza chi ci fosse alla guida della vettura quando è stata commessa l'infrazione.

D'ora in poi, quindi, se arriva una multa a casa si può evitare di incorrere nella sanzione aggiuntiva specificando, nella risposta da inviare obbligatoriamente all'organo accertatore entro i canonici 60 giorni (perché bisogna comunque rispondere, altrimenti la sanzione scatta lo stesso), di non poter risalire all'identità del conducente che ha violato il CdS e la relativa motivazione (l'auto è utilizzata da più persone, è passato troppo tempo dal giorno dell'infrazione, ecc.).

In ogni caso la Cassazione ha precisato che spetta sempre alla valutazione del giudice di merito la verifica circa l'idoneità delle giustificazioni fornite dall'interessato ad escludere la presunzione di responsabilità che la norma pone a carico del dichiarante. In altre parole, se il giudice ritiene che il proprietario dell'auto avesse i mezzi per ricordarsi chi ci fosse alla guida, può disporre il pagamento della doppia sanzione.