Codice della Strada 2019 stop alla distanza di 1,5 metri fra bici e auto

Codice della Strada 2019 stop alla distanza di 1,5 metri fra bici e auto

La mini riforma del Codice della Strada avrebbe dovuto portare parecchie novità, ma al momento il nuovo provvedimento è congelato. Resteranno quindi nel cassetto anche le modifiche riguardanti la circolazione delle biciclette: in particolare l’obbligo di mantenere una distanza minima tra bici e auto durante i sorpassi e la possibilità per i ciclisti di procedere contromano, ma solo in determinate condizioni.

Lo stop l’ha comunicato la ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli, spiegando che pur avendo ricevuto l’ok della Commissione Trasporti della Camera, il testo della mini riforma del Codice della Strada è stato poi 'smantellato' dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, il quale ha salvato solo poche norme (presumibilmente per una questione di coperture finanziarie). La ministra De Micheli ha dichiarato comunque di non voler invadere le competenze del potere legislativo, per cui il testo del CdS approderà lo stesso in aula come previsto, e saranno i parlamentari a deciderne la sorte raccogliendo o meno i rilievi negativi del MEF.

Ma quali erano le novità in ambito delle due ruote a pedali? Abbiamo già accennato alla norma che avrebbe garantito maggior sicurezza alle biciclette durante i sorpassi da parte delle auto, portando la distanza laterale di sicurezza fuori dai centri urbani a 1,5 metri. Inoltre era stata introdotta una linea di arresto agli incroci appositamente per le biciclette, più avanzata rispetto alle auto di circa 3 metri, così da tenere i ciclisti lontani dai gas di scarico. E poi la questione della circolazione contromano o, più correttamente, del doppio senso ciclabile o senso unico eccetto bici. Che avrebbe consentito alle bici di percorrere in entrambi i sensi una strada a senso unico per i veicoli a motore, ma solo in presenza di una corsia a loro dedicata e all’interno di zone 30 e zone residenziali, escludendo le principali arterie di traffico e le strade con limiti di velocità più sostenuti.

Purtroppo sembra che queste interessanti novità del Codice della Strada sulle bici resteranno lettera morta, a meno che non si riesca a salvare qualcosa nel corso della discussione in Parlamento.

Trova la migliore assicurazione auto e la migliore assicurazione bici con il comparatore di Facile.it!